Sicilia devastata dagli incendi. Il Cars chiede l’intervento della Regione

I devastanti incendi degli scorsi giorni hanno convinto il Cars a scrivere ai vertici regionali per affrontare un problema che si fa sempre più serio e pericoloso

1 Settembre 2020 10:21

La fine di agosto per la Sicilia è stata a dir poco devastante. Numerosissimi incendi sono divampati in tutta l’isola provocando danni ingenti e incalcolabili.

A tal proposito il portavoce del Cars (Comitato Amministratori Regione Sicilia) Gianfranco Gentile ha diramato un comunicato in cui chiede un fattivo aiuto da parte della Regione per combattere l’annoso problema degli incendi sull’isola.

“In queste ore numerosi territori siciliani sono stati devastati dalle fiamme e numerose comunità hanno seguito l’evolversi della situazione con grande ansia e preoccupazione per gli ingenti danni causati dai roghi.”


Purtroppo tutto ciò si ripete ogni anno ed in particolar modo determinate zone della nostra regione vengono deturpate ed il nostro patrimonio ambientale viene inesorabilmente danneggiato con le drammatiche conseguenze che verranno constatate nei giorni seguenti.”


L’incessante lavoro delle Forze dell’ordine, Protezione Civile, Corpo Forestale, Vigili del Fuoco e di tutti i volontari che a vario titolo si sono impegnati al fine di scongiurare il peggio, sicuramente è stato di grande aiuto .

Ad ogni modo, chiediamo al Presidente della Regione , Nello Musumeci, all’Assessore Regionale al Territorio Toto Cordaro ed al Capo della Protezione Civile Regionale , Salvatore Cocina, una maggiore attenzione a riguardo , ponendo in essere anche un tavolo di confronto con le amministrazioni locali al fine di trovare delle soluzioni idonee ed efficaci a salvaguardia della popolazione siciliana, poiché i rappresentanti degli enti locali conoscono molto bene le realtà paesaggistiche e quindi potrebbero essere un valore aggiunto in termini di suggerimenti e proposte.


Inoltre crediamo che sia necessario un maggiore dispiego di forze al fine di fare un’attenta e più incisiva opera di prevenzione ed inoltre c’è l’assoluto bisogno di urgenti interventi per i danni causati dagli incendi che potrebbero generare pericolose condizioni di dissesto idrogeologico.”