Carburanti, cambiano le nomenclature: la circolare dell’UE sulle nuove sigle

Dal 12 ottobre, sulle pompe dei carburanti e nei tappi della auto, arriveranno le nuove diciture identificative della benzina e del diesel.

La direttiva europea Dafi sui carburanti, ha infatti deciso di rendere uniformi tutte le etichette utilizzando sigle uguali in tutta l’Unione Europea. La verde si chiamerà E10, mentre il gasolio verrà riportato con la dicitura B10.

Le nuove auto messe in commercio riporteranno dunque nel tappo del serbatoio le nuove diciture, la stessa cosa varrà anche per le pompe di benzina. Per le auto attualmente in circolo invece, non vi è alcun obbligo di cambio dicitura.

Ad aderire alla nuova direttiva saranno tutti i paesi facenti parti dell’Unione Europea e consociati. Al momento del rifornimento, in qualsiasi parte dell’Europa ci si trovi, il tappo del serbatoio della propria auto e la ‘pistola’ della pompa di benzina riporteranno ad ogni modo lo stesso simbolo, in modo tale da rendere inequivocabile la scelta del carburante da dover inserire nel proprio veicolo. Dentro ad un cerchio verrà riportata la sigla della benzina (E10 o E5), mentre all’interno di un quadrato ci sarà la dicitura B10 o B7 per il diesel. Infine, il rombo rappresenterà tutti i carburanti gassosi. Per l’automobilista sarà dunque impossibile sbagliarsi. I distributori di carburante di Mistretta hanno già aderito al cambio, procedendo con la nuova etichettatura che è già stata apposta  sui distributori.   

Le nuove etichette avranno un simbolo specifico con accanto un numero che rappresenta le percentuali di alcool per la benzina e di biodiesel per i motori a gasolio.

Rosalinda Sirni