Oasi di Troina, al via una raccolta fondi

Don Silvio Rotondo fa un appello alla generosità di tutti: "Servono più di tre milioni di euro, ma con il vostro contributo ce la faremo"

17 Luglio 2020 18:10

“Un mese in ospedale per combattere contro il covid 19. Il 27 marzo don Silvio Rotondo presidente dell’IRCCS Maria SS di Troina è risultato positivo al tampone, ricoverato all’ospedale Umberto I di Enna è rimasto in isolamento fino al 24 aprile. In quei giorni il suo unico pensiero era diretto all’Oasi, centro di riabilitazione per pazienti con ritardo mentale e involuzione cerebrale sul quale si sono accesi i riflettori per i contagi.

Sette in tutto i morti nella struttura, sei pazienti e un’operatrice che era una consacrata. Centosettanta sono state le persone positive. Il momento più difficile per tutta la comunità di Troina è ormai alle spalle e adesso si guarda al futuro. “Si ricomincia dalla riscoperta della fede e di se stessi, la solidarietà diventa clausura e riflessione, – spiega don Silvio. Adesso è importante rendere operativo il centro di riabilitazione, sempre all’interno della cittadella, che metterebbe a disposizione altri 120 posti letto.

Questa parte che era stata inaugurata il 6 novembre 2019 non è ancora operativa perché mancano strutture fondamentali. Ma don Silvio non si perde d’animo e fa un appello alla generosità di tutti. “Chi dona riceve cento volte tanto” dice ricordando le parole di Gesù .