La festa del SS Ecce Homo ai tempi del Covid 19

Si sono svolti a Mistretta i festeggiamenti in onore del SS Ecce Homo. Tutto in tono minore nel rispetto delle norme anti covid 19

14 Settembre 2020 11:15

Il Covid 19 ha fermato molte cose, ma non la fede e la devozione della comunità di Mistretta.

In questa estate anomala i fedeli amastratini hanno celebrato religiosamente le festività più importanti come San Sebastiano e la Madonna della Luce e ieri è stato il turno delle celebrazioni per il SS Ecce Homo.

I componenti del comitato, che ogni anno si spendono per la buona riuscita delle celebrazioni, quest’anno si sono dovuti adeguare alle normative anti coronavirus e quindi hanno dato un taglio prettamente religioso alla festa.

Il programma dei festeggiamenti si è concluso ieri con la suggestiva messa celebrata all’aperto presso lo spiazzale antistante la chiesa di Santa Maria di Gesù.

Per rendere fruibile in massima sicurezza l’accesso ai fedeli i membri del comitato oltre a far rispettare il distanziamento sociale e l’uso della mascherina hanno anche, nei giorni scorsi, ripulito e tappato le buche che erano presenti in tutta la piazza.

La celebrazione eucaristica è stata resa ancora più suggestiva dalla presenza del maestoso fercolo con la bellissima statua dell’Ecce Homo e la varetta con la reliquia della croce posizionate all’esterno della chiesa.

Una messa molto sentita e partecipata che è stata animata dal coro Claudio Monteverdi

La festa del SS Ecce Homo che da tradizione si celebra la seconda domenica di settembre è una delle ricorrenze religiose più sentite dai mistrettesi.

Proprio per questo e per festeggiare questo evento religioso ieri vi è stata anche la presenza del complesso bandistico Città di Mistretta che ha allietato la mattina e il pomeriggio con bellissime melodie, mentre la sera subito dopo la santa messa vi è stato anche un piccolo spettacolo pirotecnico.

Per tutta la durata delle celebrazioni piazza Fra’ Francesco da Mistretta è stata illuminata a festa.