Capizzi, firmato Protocollo d’Intesa per “U Viaggiu i san Japucu”

Un'importante passo per la realizzazione del progetto "u viaggiu i san Jacupu" si è realizzato con la firma del protocollo d'intesa tra comuni, enti e associazioni coinvolti nel pellegrinaggio jacopeo

27 Maggio 2021 12:21

Giornata storica quella del 25 maggio a Capizzi infatti è stato firmato un protocollo di Intesa tra vari comuni , enti ed associazioni per il progetto “U viaggiu i san Jacupu, cammino di san Giacomo in Sicilia”.

Un progetto ambizioso voluto fortemente dal parroco della comunità capitina don Antonio Cipriano per valorizzare questo cammino jacopeo che oltre a Capizzi coinvolge anche altri centri nebroidei e per questo erano presenti alla cerimonia gli amministratori provenienti da Capizzi, Sperlinga, Nicosia, Troina, Galati Mamertino, Cerami, Cesarò, San Teodoro, Mistretta.

Il pellegrinaggio verso il santuario di san Giacomo, oltre che un suggestivo momento di fede, rappresenta anche un importante opportunità di rilancio turistico per un intero territorio, visto che secondo gli ideatori questo “viaggiu” porterà tantissimi pellegrini in questo lembo di Sicilia.

Tra i presenti anche Antonio Sindona responsabile del progetto e Alfio Di Costa governatore del distretto Rotary 2110 Sicilia e Malta.

Ospite anche Don Vincenzo Rigamo, parroco di Galati Mamertino che, come Capizzi ha grande devozione verso l’Apostolo Giacomo il Maggiore, e infatti è stata esposta e intronizzata nel Sacello delle Sacre Reliquie di San Giacomo, la Reliquia custodita proprio a Galati.

Ad aprire l’incontro è stato il parroco di Capizzi don Antonio Cipriano e a seguire subito dopo sono intervenuti Seby Giami delegato della segreteria parrocchiale che ha introdotto e tracciato le linee generali di quello che sarà il pellegrinaggio e il dottor Sindona che ha spiegato i percorsi del cammino, tutto per far comprendere, nel miglior modo possibile, ai presenti la finalità di questo ambizioso progetto.

Dopo l’illustrazione del progetto e la firma sullo stesso da parte dei rappresentanti degli enti coinvolti vi è stata la santa messa officiata dal vicario foraneo padre Francesco Vaccaro delegato vescovile.

A fine celebrazione è intervenuto il sindaco di Capizzi Leonardo Principato Trosso che ha portato i saluti da pare di tutta la comunità capitina agli amministratori, enti ed associazioni presenti. Insieme al primo cittadino anche il vicesindaco Erminia Mariannina Mancuso Prizzitano.

Il vescovo di Patti mons. Guglielmo Giombanco ha inviato un messaggio di augurio per questa importante iniziativa e afferma: “Il pellegrinaggio è un cammino che se vissuto con fede è l’immagine più eloquente per significare sia la condizione esistenziale dell’uomo sulla terra, il suo farsi, il suo continuo divenire della sua vita proprio come un cammino e sia per il suo avanzare verso Dio. La Vita Cristiana è un cammino che ha come meta l’incontro con Dio in Gesù Cristo, Egli è la via che conduce al padre e il desiderio di raggiungere la meta dà senso a tale cammino“.

“Auguro, afferma mons. Giombanco,a quanti vivranno l’esaltante esperienza di fede attraverso “i viaggi di san Giacomo” di avvertire nella propria vita il desiderio di Dio attraverso un itinerario di conversione attuato nella preghiera, nell’ascolto della Parola, nella celebrazione dei Sacramenti”

Giuseppe Cuva