Verso l’apertura della “Barca d’Oro”

L'opera di Fiumara d'Arte verso la riapertura e sarà collegata a un percorso culturale-naturalistico con la Valle delle Cascate di Mistretta

6 Agosto 2020 11:21

“La Stanza di Barca d’Oro” l’opera del maestro Hidetoshi Nagasawa che si trova nel letto del fiume Romei, scavata in una parete del monte che lo delimita ed inserita nel circuito di “Fiumara d’Arte”, va verso la sua riapertura. Infatti, la creazione dell’artista giapponese doveva rimanere chiusa per 100 anni in quanto è stata sigillata con una porta per far sì che essa potesse vivere “solo attraverso l’energia mentale della memoria”.

L’idea di riaprire e rendere fruibile questa opera d’arte prima della “scadenza dei 100 anni” è del fondatore di Fiumara d’Arte Antonio Presti che, in collaborazione con l’associazione “La Valle delle Cascate” , sta seriamente pensando di inserire l’opera di Nagasawa in un percorso artistico-naturale di respiro internazionale.

Il proposito, infatti, è quello di creare un unico tragitto che dalla Stanza di Barca d’Oro possa permettere di risalire, facendo anche il percorso inverso, il letto del fiume Romei ed ammirare le bellezze naturalistiche delle cascate di Mistretta.

Il progetto è praticamente già in atto infatti qualche giorno fa Antonio Presti si è recato sul posto per fare un sopralluogo. Invece da qualche giorno presso il luogo in cui si trova la Stanza di Barca d’Oro si trovano gli operai dell’ex azienda foreste demaniali che stanno ripulendo dalle erbacce tutta la zona.

La porta che chiude ermeticamente la Barca di Nagasawa era completamente ricoperta dai rovi. Un’opera di pulizia molto certosina e meticolosa tanto che sono stati anche riportati alla luce antichi mulini che costeggiavano il corso d’acqua.

Insomma un progetto ambizioso volto soprattutto ad un rilancio socio-culturale del territorio amastratino.

“Se ce la facciamo sia istituzioni e anche il commissario, che ho trovato una figura istituzionale sensibile e anche aperta all’arte, afferma Antonio Presti, e anche insieme al il mondo della scuola possiamo compiere un atto politico forte che io voglio fare: riaprire la Stanza di Barca d’Oro opera del maestro Nagasawa chiusa da 100 anni.”

” L’idea è quella di collegarla, continua il mecenate, con un’altra meta ambientale bellissima che è la zona delle cascate di Mistretta e si potrebbe creare lungo il fiume Romei un nuovo itinerario internazionale”.

“Questa Barca d’Oro riaperta, conclude il fondatore di Fiumara d’Arte, può traghettare, non solo simbolicamente, ma anche concretamente la meta internazionale di Mistretta che trova nell’ambiente il suo respiro universale”