“Cefalù Città degli Artisti”, 7° Simposio di Arte e Laboratorio

Dal 4 al 13 settembre si svolgerà a Cefalù la settima edizione del Simposio di Arte e Laboratorio con la direzione artistica del professore Domenico Boscia

29 Agosto 2020 10:19

Anche quest’anno Cefalù ospiterà il Simposio d’Arte e Laboratorio ideato dal maestro scultore Roberto Giacchino, giunto alla sua settimana edizione.

Dal 4 al 13 Settembre quindi la cittadina normanna sarà lo scenario in cui artisti di fama nazionale e internazionale metteranno in mostra la loro bravura e le le loro opere.

Direttore di questo 7° Simposio di Arte e Laboratorio “ Cefalù Città degli artisti” il professore Domenico Boscia.

Con molta forza ed entusiasmo ci si avvia verso una coesione tra artisti provenienti da più parti della Sicilia, dell’Italia e dall’estero, afferma Domenico Boscia.”

“Con molta forza e determinazione si buttano le basi e le idee per un progetto che, ha come forte collante l’interesse verso il nostro territorio, il Parco delle Madonie e del Parco dei Nebrodi, per poi coinvolgere tutto il territorio siciliano e non.”

Attraverso il Simposio, continua Boscia, ci si pone l’obiettivo di valorizzare gli artisti, che attraverso le loro forme espressive saranno in grado di cogliere e trasmettono la bellezza paesaggistica, ambientata nella natura campestre e marittima.”

Bellezza ricca di tradizioni di ieri, di oggi proiettati verso il futuro.

L’arte deve raccontare, deve denunciare, deve proclamare bellezza…. L’ARTE DEVE ESSERE “CURTIGHIARA”. Dichiara il professore Boscia.

Attraverso l’arte contemporanea e non, che deve spingere verso la solidarietà e la convivenza delle culture, gli artisti e il 7° Simposio “Cefalù Città degli Artisti” daranno vita, nelle strade del centro storico della città ai laboratori artistici e a una mostra collettiva, che si svolgerà dal 5 al 13 settembre presso l’Ottagono di Santa Caterina (Piazza Duomo).

Il 7° Simposio “Cefalù Città degli Artisti” verrà inaugurato giorno 4 Settembre alle ore 18.00 in via XXV Novembre, alla presenza del Sindaco Rosario La Punzina, delle autorità politiche, civili, militari e del critico d’arte Prof. Paolo Giansiracusa, docente della prima cattedra di Storia dell’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Catania che terrà una Lectio Magistralis sui 500 anni di Raffaello Sanzio