Castel di Lucio: rimpatriata della classe ’48

Ritrovarsi è sempre bello, anche e soprattutto a distanza di anni, di decenni senza mai essersi visti per scelte di vita che fanno intraprendere nuove strade che allontanano le persone fisicamente, ma non con il cuore. E’ quello che successo ai nati nel 1948 di Castel di Lucio che si sono radunati dopo tantissimi anni, una vera e propria rimpatriata per che si è tenuta il 13 agosto proprio nel centro castelluccese.  E’ stata una giornata intensa piena di emozioni, gioia nel rivedersi, ma anche momenti toccanti e commoventi, quindi un mix di sensazioni che ha reso questa giornata indimenticabile. I vecchi amici quindi dopo essersi ritrovati a Castel di Lucio hanno partecipato alla santa messa e poi hanno fatto visita presso il cimitero comunale ai loro amici che purtroppo non ci sono più per ricordarli e dare loro un fiore come segno che anche loro, anche se non fisicamente, sono stati presenti in questa giornata molto bella e suggestiva. Dopo questo momento così toccante i “ragazzi” della classe 48 di Castel di Lucio si sono trasferiti in un noto locale del paese per passare insieme un pomeriggio conviviale, di allegria e all’insegna dell’amicizia ricordando episodi simpatici successi a scuola e anche nella vita di tutti i giorni quando ci si vedeva per le stradine del paese per giocare e stare insieme. C’è stata anche la proiezione di un video in cui vi erano proiettate tante foto dei tempi scolastici e non solo di tutti coloro che hanno partecipato alla bella rimpatriata, una proiezione che ha commosso tutti i presenti perché il tempo passa, ma i ricordi quelli veri e sinceri restano nei cuori di tutti e non verranno mai dimenticati.

Giuseppe Cuva