Domenica 3 febbraio 41ª Giornata per la Vita, a Mistretta incontro con il Ginecologo per la Vita dott. Antonio Oriente

2 Febbraio 2019 10:47

Domenica 3 febbraio si celebra la 41esima Giornata per la Vita il cui tema di quest’anno è “E’ Vita, E’ Futuro”. Nel messaggio della Cei  per la 41ª Giornata nazionale per la vita si legge:  “Ecco, io faccio una cosa nuova: proprio ora germoglia, non ve ne accorgete? Aprirò anche nel deserto una strada, immetterò fiumi nella steppa” (Is 43,19). L’annuncio di Isaia al popolo testimonia una speranza affidabile nel domani di ogni donna e ogni uomo, che ha radici di certezza nel presente, in quello che possiamo riconoscere dell’opera sorgiva di Dio, in ciascun essere umano e in ciascuna famiglia. È vita, è futuro nella famiglia! L’esistenza è il dono più prezioso fatto all’uomo, attraverso il quale siamo chiamati a partecipare al soffio vitale di Dio nel figlio suo Gesù. Questa è l’eredità, il germoglio, che possiamo lasciare alle nuove generazioni: “Facciano del bene, si arricchiscano di opere buone, siano pronti a dare e a condividere: così si metteranno da parte un buon capitale per il futuro, per acquistarsi la vita vera” (1Tim 6, 18-19).” E inoltre si legge che: “Costruiamo oggi, pertanto, una solidale “alleanza tra le generazioni” , come ci ricorda con insistenza Papa Francesco. Così si consolida la certezza per il domani dei nostri figli e si spalanca l’orizzonte del dono di sé, che riempie di senso l’esistenza. “Il cristiano guarda alla realtà futura, quella di Dio, per vivere pienamente la vita ‒ con i piedi ben piantati sulla terra ‒ e rispondere, con coraggio, alle innumerevoli sfide” , antiche e nuove. La mancanza di un lavoro stabile e dignitoso spegne nei più giovani l’anelito al futuro e aggrava il calo demografico, dovuto anche ad una mentalità antinatalista  che, “non solo determina una situazione in cui l’avvicendarsi delle generazioni non è più assicurato, ma rischia di condurre nel tempo a un impoverimento economico e a una perdita di speranza nell’avvenire” . Si rende sempre più necessario un patto per la natalità, che coinvolga tutte le forze culturali e politiche e, oltre ogni sterile contrapposizione, riconosca la famiglia come grembo generativo del nostro Paese.” Anche a Mistretta si celebrerà questo importantissimo evento con un incontro promosso dal Movimento Per la Vita e il Centro Aiuto alla Vita presso il salone parrocchiale della Parrocchia Santa Lucia  con la testimonianza del dottor Antonio Oriente, ginecologo cattolico per la Vita. L’incontro avrà inizio a partire dalle ore 16:00 siete tutti invitati a partecipare.

Giuseppe Cuva