Disavventura per un gruppo di studenti dell’istituto turistico-alberghiero di Santo Stefano di Camastra

Una vera e propria odissea quella successa ieri a un gruppo di studenti con relativi accompagnatori dell’istituto turistico alberghiero di Santo Stefano di Camastra, scuola appartenente all’IIS Alessandro Manzoni di Mistretta. Durante un viaggio d’istruzione nella zona jonica del messinese per visitare una fabbrica e poi una sagra nel paese di Forza d’Agrò proprio nel corso del viaggio verso questo piccolo centro il pullman che trasportava la scolaresca è stato protagonista di un incidente sulla SP 16 rimanendo incastrato per più di cinque ore con le operazioni di sgombero che si sono concluse in tarda serata.  Una versione racconta che intorno alle 14:30 durante il viaggio verso Forza d’Agrò il Bus in una curva della provinciale 16 si è scontrato con un camioncino che proveniva dal senso di marcia opposto e che stava imboccando proprio in quel momento lo stesso tornante, il pullman così rimane incastrato nella curva non riuscendo più a spostarsi, un’altra, la piu’ credibile, che il pullman non riuscendo piu’ a fare manovra rimane incastrato e il furgoncino si trovava li per cercare di essere di  aiuto nelle operazioni di spostamento del mezzo.Fatti scendere passeggeri, i ragazzi hanno anche raggiunto Forza d’Agrò a piedi visto che erano ormai arrivati, l’autista ha fatto il possibile per disincastrare il mezzo, senza però riuscirvi. Quindi sono stati chiamati i soccorsi e sul posto sono arrivati i Vigili del fuoco del distaccamento di Letojanni, ma anche i loro tentativi sono stati vani. Passata qualche oretta si è reso necessario l’intervento dei Vigili del fuoco del comando provinciale di Messina che con l’ausilio di un’autogrù, dopo avere imbracato l’autobus, sono riusciti dopo un’altra ora di fatica a liberare  il mezzo e sgomberare la strada. La situazione è tornata alla normalità solo intorno alle 20. I ragazzi, però ci dicono, hanno dovuto aspettare un altro autista per ripartire e ritornare a casa in tarda nottata dopo un grande spavento, ma per fortuna tutto è finito benne nessuno si è fatto male.

Giuseppe Cuva