Covid 19, casi positivi a Patti, Tusa e Nicosia

Ritorna l'incubo del contagio da coronavirus dopo i casi accertati a Tusa, Nicosia e Patti

31 Luglio 2020 10:36

La curva dei contagi da coronavirus in Sicilia nelle ultime ore è risalita. A Patti sono tre i casi positivi al covid accertati. Si tratta di due operatori sociosanitari ed un medico, tutti in servizio al pronto soccorso dell’ospedale “Barone Romeo”. Tutti e tre non risiedono a Patti.  A seguito di questa situazione, come ha comunicato il sindaco Mauro Aquino, sono stati effettuati i tamponi sia al pronto soccorso come a tutti gli operatori sanitari dell’ospedale. Il primo cittadino, nel suo messaggio lanciato su Facebook, ha invitato tutti al rispetto delle norme e delle regole che avevano consentito, nei giorni scorsi, di azzerare i contagi.

A Tusa, il sindaco Luigi Miceli, ieri, attraverso un comunicato ha fatto sapere della positività di un cittadino proveniente da una struttura sanitaria regionale. Il primo cittadino halesino ha comunque tranquillizzato la cittadinanza spiegando che l’uomo non ha avuto contatti, che si trova in isolamento cautelativo e che la vicenda è sotto controllo.

Situazione invece diversa a Nicosia dove più di novanta persone, che hanno partecipato a una festa di matrimonio a Gangi, si sono sottoposte a quarantena dopo che uno degli invitati è risultato positivo al Covid-19. L’uomo, che vive e lavora in Germania, è stato ricoverato in ospedale al suo rientro dal viaggio in Italia. Già durante il viaggio di ritorno in Germania manifestava alcuni sintomi che si aggravati una volta giunto a destinazione. Una delle partecipanti, già risultata positiva, è stata trasferita a Catania dove è ricoverata. La donna, che al momento non presenterebbe sintomi, è una congiunta dell’uomo risultato infetto. Il sindaco di Nicosia Luigi Bonelli sulla sua pagina Facebook ha informato la cittadinanza che l’ufficio di Igiene pubblica ha ricostruito i contatti che le due persone contagiate hanno avuto nei giorni precedenti e soprattutto i contatti avuti nella giornata del matrimonio ( circa 95 fra invitati, celebranti in chiesa, fotografi, parrucchieri, parenti ecc). Per questa novantina di persone è stata emessa ordinanza di quarantena obbligatoria. Inoltre già da ieri mattina l’ufficio di Igiene ha cominciato ad effettuare tamponi per tutte le persone ritenute a rischio. In atto sono stati effettuati più della metà dei tamponi. Si prevede di avere i risultati entro sabato.

Infine, notizia di poche ore fa, a Palermo due commesse di un negozio animali sono risultate positive al covid 19. Una delle due si era recata in ospedale spontaneamente dopo essersi resa conto di avere alcuni sintomi tra cui la perdita del gusto e dell’olfatto.

In tutto sono 39 i nuovi casi di Coranavirus in Sicilia, 28 riguardano migranti e tutti nell’Agrigentino. I dati sono confermati da fonti dell’assessorato regionale alla Salute. A parte i 28 migranti, sei nuovi casi sono stati registrati nell’area di Catania, due nel Messinese, e un caso rispettivamente a Messina, Enna, Ragusa e Palermo. Quattro le persone guarite.

Alla luce di tutti questi fatti si consiglia vivamente di continuare a rispettare le norme anti covid come il distanziamento sociale, indossare le mascherine e soprattutto evitare assembramenti.