“U Viaggiu i San Jacupu” tra le Vie Sacre Sicilia

Il pellegrinaggio verso il santuario di san Giacomo a Capizzi entra a far parte del circuito Vie Sacre Sicilia

14 Novembre 2020 10:36

“U Viaggiu I San Jacupu” entra a far parte del circuito delle Vie Sacre Sicilia. Le vie sacre è un progetto che ha avuto inizio nel 2014 per iniziativa di Attilio Calderera. che ha creato, coordinandola, sino ad oggi, una rete di soggetti, un network tra tutti i cammini tematici che si svolgono nella nostra isola.

Le Vie Sacre sono, infatti, dei cammini che presuppongono un tematismo sacro ed una pratica escursionistica, ispirandosi al cammino di Santiago de Compostela, dove il cammino, o se vogliamo il pellegrinaggio, ha una connotazione sia esperienziale, sia turistica, di valorizzazione sia della stessa esperienza, sia dei luoghi, dei percorsi, degli incontri, dell’accoglienza dei territori e delle comunità che si attraversano.

Grande soddisfazione da parte della comunità capitina, in primis del parroco don Antonio Cipriano, ha creduto nella valorizzazione del cammino Jacopeo.

Un pellegrinaggio che porta fino al santuario di san Giacomo Apostolo Maggiore a Capizzi, dove la devozione nei confronti del santo è antichissima tanto che già nel 1224 vi sono le prime testimonianze di una chiesa dedicata a san Giacomo nel centro capitino.

Un cammino che porta alla scoperta e a far ammirare le meraviglie dell’entroterra siciliano e nebroideo, borghi inesplorati, devozioni e tradizioni da scoprire fino a giungere a Capizzi, la Santiago di Sicilia.

Un cammino che viene valorizzato ancora di più con la sua entrata tra le Vie Sacre di Sicilia.