Mistretta: 44 giovani hanno ricevuto il Sacramento della Confermazione

Nella serata di venerdì 6 luglio presso il santuario della Madonna dei Miracoli a Mistretta, il vescovo della diocesi di Patti mons. Guglielmo Giombanco, ha conferito il sacramento della confermazione a ben 44 giovani tra ragazzi e ragazze. E’ stata una cerimonia molto sobria, suggestiva e intensa che è stata seguita con molta fede da tutti i presenti ed animata con molta bravura dalle giovani componenti del coro del santuario. Prima dell’inizio della funzione religiosa vi sono stati i saluti dell’arciprete di Mistretta mons. Michele Giordano che ha dapprima salutato il pastore di Patti e poi ha voluto dare un abbraccio ideale a tutti i giovani che si accingevano a ricevere l’importante sacramento della cresima. Poi vi è stata la testimonianza di una delle catechiste Lucia Tamburello che con emozione ha raccontato tutti gli anni trascorsi insieme a questi ragazzi e ragazze, tutto il percorso che da piccolissimi li ha portati a ricevere man mano i sacramenti della confessione, della comunione e adesso della cresima, un percorso, dice Lucia Tamburello, molto bello e intenso che le catechiste hanno vissuto tra alti e bassi, ma con tanta fede, gioia e amore. Subito dopo è stata la volta di due cresimandi Elena e Giulio che hanno voluto testimoniare la loro emozione e gioia in questo giorno così importante e hanno ringraziato entrambi le proprie catechiste che con pazienza, amore e fede li hanno seguiti ed accompagnati durante in questi anni, contribuendo al loro processo di crescita cristiana e al raggiungimento di una tappa importante come il sacramento della Confermazione. Durante la sua omelia mons. Guglielmo Giombanco ha voluto ricordare a tutti i cresimandi di seguire sempre Gesù, di portarlo sempre nel proprio cuore ricordando inoltre che la cresima è sì il raggiungimento di un traguardo, ma è nello stesso tempo l’inizio di un nuovo percorso per la vita del buon cristiano quindi anche dopo aver ricevuto questo sacramento si deve continuare a vivere cristianamente la propria vita da apostoli senza dimenticare che Cristo e la sua Parola sono al centro della nostra esistenza e dentro il nostro cuore sempre. Il termine confermazione deriva dal latino confirmare che significa rendere stabile, rafforzare, ne deriva che la cresima apporta una crescita e un approfondimento della grazia battesimale. Emozionante il momento in cui tutti questi giovani accompagnati dai propri padrini e madrine si sono messi in fila per esseri unti con l’olio crismale dal vescovo di Patti e negli occhi di ognuno di loro si leggeva l’emozione e la gioia di ricevere il sacramento della Confermazione.

Giuseppe Cuva