La Chiesa Madre di Capizzi aggregata alla Basilica di Santa Maria Maggiore di Roma

La Chiesa Madre capitina è stata aggregata alla Basilica di Santa Maria Maggiore di Roma. Un dono del Santo Padre in occasione dell'Anno Santo Mariano che si sta vivendo nel centro nebroideo.

14 Luglio 2020 11:20

Il 2 luglio 2020 per la comunità dei fedeli di Capizzi è un giorno a dir poco importante. Per due motivi: il primo che si celebra la Madonna delle Grazie a cui i capitini sono molto legati e devoti il secondo è che il Santo Padre Papa Francesco, per le mani della penitenzieria apostolica mentre si vive l’anno santo mariano legato alla Madonna delle Grazie, ha benignamente accolto la petizione del parroco Don Antonio Cipriano e con il vivo sostegno del Vescovo di Patti Guglielmo Giombanco , ha aggregato la chiesa madre di Capizzi alla Basilica papale di santa Maria Maggiore a Roma.

A dare la notizia è stato proprio il parroco capitino don Cipriano che afferma: “per l’aurea città di Capizzi e per me è motivo di grande gioia e di ulteriore conforto. Per il cammino di fede della nostra comunità di Capizzi e dei fedeli devoti della chiesa madre di san Nicola e s. Maria, tra le più imponenti e maestose della Diocesi di Patti è causa di vanto ed fierezza. Capizzi da oggi 2 luglio 2020, potrà godere degli stessi benefici spirituali di cui gode la Basilica liberiana di santa Maria Maggiore. La nostra amata aurea e fedelissima città, con l’aggregazione della nostra chiesa madre, acquisisce un ulteriore prestigio, anche perché viene inserita nel registro dove sono notificati i santuari mariani più grandi e più importanti del mondo.” L’affiliazione della chiesa madre di Capizzi, alla Basilica di santa Maria Maggiore accresce ulteriormente il prestigio della chiesa capitina e rafforza i vincoli di comunione spirituale con il Papa e quindi con tutta la chiesa universale.