“I Vetri delle Meraviglie” del museo Cocchiara di Mistretta

Per le “Giornate Europee del Patrimonio”, che si svolgono il 22 e il 23 settembre, il museo delle Tradizioni Silvo-Pastorali “Giuseppe Cocchiara” di Mistretta presenta la mostra “ I vetri delle meraviglie” , una selezione di ben trentasette pitture su vetro restaurate in due recenti campagne di conservazione, condotte presso il Museo stesso con l’importante collaborazione del CNR-IPCF di Messina e l’Università degli Studi di Palermo – dipartimento scienze e tecnologie STEBICEF, impegnate in indagini con tecniche diagnostiche d’avanguardia per la prima volta utilizzate in un programma sistematico di conoscenza e conservazione di questa rara e speciale tipologia d’arte. A partecipare attivamente alla campagna di restauro anche la mistrettese dottoressa Elisabetta Lombardo. Le pitture su vetro o sotto vetro venivano realizzate al contrario, ossia dipingendo le immagini sul verso del vetro in maniera speculare rispetto a come si desiderava che esse apparissero guardandone il recto.

“ Il tema di quest’anno delle giornate europee del patrimonio è “l’arte di condividere”, afferma il direttore del museo silvo-pastorale Gianfranco Anastasio, il museo di Mistretta è bensì un museo regionale, ma è anche il museo che questa città ha voluto e in un certo senso la condivisione è nella sua stessa genetica”. “ Stiamo portando da anni un rapporto sinergico e proficuo con le scuole, continua l’architetto Anastasio, e all’interno del programma di alternanza scuola-lavoro abbiamo pensato di condividere con i ragazzi dei licei questa esperienza. Per cui, conclude Anastasio, saranno loro oggi e domani ad illustrare il percorso del museo tutto con particolare attenzione ai “vetri delle meraviglie”.  Quindi come affermato dall’architetto Gianfranco Anastasio il tema di quest’anno “L’Arte di Condividere” offre l’occasione per la partecipazione degli allievi degli istituti coinvolti nell’alternanza scuola-lavoro. Perciò cinque studenti del liceo di Mistretta Antonio Macaione, Annarita Oieni, Federica Fazzari, Simona Stivala e Lila Ben-Abdelali in questi due giorni faranno da guida alla mostra e alle varie collezioni del museo e ad effettuare una dimostrazione sulle tecniche esecutive della pittura su vetro. “Abbiamo accolto questa iniziativa in maniera positiva, affermano gli studenti, faremo da guida in questo museo e soprattutto in questo modo arricchiremo il nostro bagaglio culturale di nuove conoscenze e nello stesso momento faremo conoscere le bellezze che la nostra città custodisce. Una bella iniziativa che ci permette anche di conoscere meglio le nostre radici e la nostra storia”

La giornata si è aperta con un piccolo incontro di apertura e presentazione del progetto a cui hanno partecipato gli studenti dei licei di Mistretta. Presenti anche l’arciprete di Mistretta mons. Michele Giordano, l’assessore alla cultura Vincenzo Oieni e il sindaco Liborio Porracciolo che afferma: “ quando si muovono i ragazzi e le scuole per me e tutta la società civile è un motivo di orgoglio, di vanto in più perché vuol dire che la cultura è impregnata nelle nuove generazioni. Molto spesso siamo critici con i giovani definendoli come una generazione troppo attaccata ai cellulari e alla tecnologia e invece no!! questo è il segnale tangibile che le nostre scuole sono signore scuole al pari di altre e che veramente i giovani portavoce di qeui valori culturali e sociali nello specifico della nostra comunità. E un’iniziativa del genere nel luogo più bello, lo possiamo dire, della nostra città, in un museo  che ci viene invidiato io penso che sia motivo di orgolio e anche di ammirazione dei confronti di questi ragazzi e anche un vanto per l’intera comunità. Consentitemi, conclude il primo cittadino mistrettese, di ringraziare tutto lo staff del museo sempre disponibile e sempre sollecitante nei confronti dell’amministrazione, però è giusto così lavorare in sinergia per far sì che questo museo sia il fiore all’occhiello della nostra città, ma anche dell’intero territorio”

Giuseppe Cuva