Gaetano Russo rimette in piedi il Monumento alla Legalità

L'artista amastratino ha ristrutturato, in maniera gratuita, il piccolo monumento ridotto in tanti pezzi da atti di vandalismo

4 Agosto 2020 12:51

Il monumento alla legalità, sito presso la villa Comunale di Mistretta, nelle scorse settimane era stato distrutto in tanti pezzi.

Un episodio di vandalismo, l’ennesimo, che aveva indignato la popolazione. Ieri l’artista e scalpellino amastratino Gaetano Russo, dopo aver ottenuto l’autorizzazione dagli uffici comunali, si è attrezzato con vari arnesi e per tutto il pomeriggio ha lavorato gratuitamente per rimettere in piedi il piccolo monumento.

Grazie alla denuncia fatta da TeleMistretta qualche settimana fa, racconta Gaetano Russo, il dottor Bernardino Di salvo si è recato al comune per fare richiesta di sistemare di nuovo il monumento”. “Il comune si è reso subito disponibile con gli operai, continua Russo, e io come ho saputo mi sono messo subito a disposizione e dopo aver ottenuto l’autorizzazione ho iniziato il restauro dell’opera che ho donato all’associazione Giovane Italia nel 2010. “Spero, conclude Gaetano Russo, che in futuro non venga distrutto niente, l’importante è che tutti si prendano cura della villa e ciò che c’è all’interno, perchè la villa come tutta la cittadina di Mistretta è di tutti”.

Il monumento alla Legalità è stato installato nel novembre 2010 dal gruppo politico “Giovane Italia” nell’ambito della manifestazione “Abbattiamo il muro dell’illegalità… costruiamo quello della legalità” e il disegno del monumento fu opera dall’architetto Giampaolo Di Salvo, allora consigliere comunale e tra i responsabili del gruppo “Giovane Italia”.